La piccola storia dell’Osteria della Gioia

COME TUTTO EBBE INIZIO...

IL CORSO DI FOTOGRAFIA

Da un incontro casuale tra un fotografo amatoriale ed un gruppo di ragazzi «disabili» che amano i colori sgargianti delle ceramiche modellate con le loro mani fa nascere l’idea di mettere loro in mano una macchina fotografica. Obiettivo? Fissare momenti belli della loro vita. Ne verrà fuori molto di più: una MOSTRA FOTOGRAFICA (foto: mostra selezione XX.jpg) ed un Concerto per chitarra ed immagini «ASCOLTANDO CON GLI OCCHI» (video: isn't she lovely.mp4).

Chi si avvicina a quelle immagini ed a quei ragazzi ne rimane affascinato, come questo fotografo che dopo qualche ora trascorsa con loro scrive:

Vorrei ringraziarti per la lezione di ieri. No, non la tua, ... non la mia.... ma la lezione dei ragazzi.

Avevo pregato molte volte per avere la giusta attitudine, il giusto modo di amare, la giusta bontà, benignità nei confronti di questi ragazzi così "diversi" da me.

Ma ho imparato la prima lezione: Se non fosse per l'idea preconcetta che uno sia "diverso" non me ne sarei accorto. Anzi, neppure ora, dopo averci riflettuto, riesco a trovare diversità.

… In genere è la prima impressione che ti fai di una persona quella che ti colpisce, … in loro, la prima impressione è stata... Che occhi da persone buone.

L'ultima è stata... che persone buone dietro a quegli occhi buoni. Che ragazzi intelligenti, svegli, amorevoli.

Faticavo ad usare quella parola "diverso" perché non riuscivo a vedere la differenza.

Diverso un giovane uomo perché oscillava ogni tanto? Perché parlottava o canticchiava qualche volta? Sono cose che faccio e vedo fare da moltissimi tutti i giorni. Anch'io ho le mie "strume", "fisime", "manie", le mie stranezze e assurdità. Di alcune mi rendo conto, di altre no.

Spesso fotografo fiori di vario tipo. Ho sempre notato che ne esistono una varietà enorme. Sono tutti diversi fra loro, ma non ho mai saputo dire quale sia il più bello, il più utile, il più importante.

Forse qualche fiore ha un petalo piegato, reciso. Ma sempre bello e importante rimane.

Tutti noi umani siamo fiori nel giardino di Dio. Tutti noi... TUTTI ...abbiamo uno o più petali recisi.

Tutti... TUTTI siamo bellissimi. Siamo fiori del Suo giardino.

Un abbraccio e un grazie a tutti voi.

Ecco lo spirito che sta alla base di questa avventura

2007-2012

AUTONOMIA IN CUCINA

Durante un breve soggiorno al mare risulta evidente che questi ragazzi non sono in grado di prepararsi nemmeno un piatto di pasta.

Presso l’appartamento dell’Associazione nasce così un piccolo corso per l’autonomia in cucina. Unico obiettivo: fare in modo che ognuno sia in grado di prepararsi una pastasciutta e una bistecca senza avvelenarsi e senza incendiare la cucina.

È una cosa molto semplice. Metà del gruppo, guidato da qualche volontario, decide cosa preparare per la cena, va a fare la spesa, prepara e, quando arriva ora di cena arriva l’altra metà. Si mangia e si riordina tutti insieme. La volta successiva le parti si invertono.

2012-2014

DALL’AUTONOMIA ALLA RISTORAZIONE

Dalla Provincia di Rovigo veniamo invitati a preparare una cena per 120 persone. Per fare questo ci viene messo a disposizione un ristorante vero e proprio.

I ragazzi ce la mettono tutta, così la cena si svolge alla perfezione. Cominciamo a pensare che per alcuni dei nostri ragazzi la ristorazione potrebbe diventare un’attività lavorativa protetta.

Cambia il modo di operare con i ragazzi e riusciamo a coinvolgere nella formazione l’Istituto Alberghiero di Adria con cui, oltre a delle lezioni specifiche collaboriamo per anni agli eventi “Chef per una notte”.

31 Marzo 2014

VILLANOVA DEL GHEBBO (RO)

L’Amministrazione Comunale di Villanova del Ghebbo ristruttura la vecchia Scuola Media e mette a disposizione una parte degli spazi per attività sociali.

Partecipiamo al bando e veniamo selezionati. Nasce così il progetto di un Centro di Formazione Permanente per l’autonomia in cucina di persone con disabilità. Sarà un centro che si sosterrà con il proprio lavoro: un bar-ristorante che prende il nome “Osteria della Gioia”.

“OSTERIA” perché i nostri ragazzi non avranno mai l’etichetta dei camerieri da ristorante. “DELLA GIOIA” per la gioia contagiosa che i nostri ragazzi trasmettono attorno a loro.

2016

COOKING ACADEMY

L’Amministrazione Comunale di Villanova del Ghebbo ristruttura la vecchia Scuola Media e mette a disposizione una parte degli spazi per attività sociali.

Partecipiamo al bando e veniamo selezionati. Nasce così il progetto di un Centro di Formazione Permanente per l’autonomia in cucina di persone con disabilità. Sarà un centro che si sosterrà con il proprio lavoro: un bar-ristorante che prende il nome “Osteria della Gioia”.

“OSTERIA” perché i nostri ragazzi non avranno mai l’etichetta dei camerieri da ristorante. “DELLA GIOIA” per la gioia contagiosa che i nostri ragazzi trasmettono attorno a loro.

2017

IL BAR

Con l’aiuto di tanti amici stiamo allestendo gli spazi per l’apertura del bar che è in procinto di aprire.

2019

GET IN TOUCH!

METTIAMOCI IN CONTATTO!

Compila il form sottostante per metterti in contatto con noi!

I campi contrassegnati dal simbolo * sono obbligatori.







+39 347 221 9458

Via Sabbioni, 5
45020 – Villanova del Ghebbo (RO)

info@osteriadellagioia.it